PUBLICIDAD-

Il gruppo che pensa. La mente ampliada come ipotesi di funzionamento mentale.

Autor/autores: Fiorella Ceppi
Fecha Publicación: 02/09/2010
Área temática: Psiquiatría general .
Tipo de trabajo: 

RESUMEN

[ABSTRACT]
The experience with Multifamily Groups (MG) has been developed since the beginning of the nineties in a Public Health Institution. This therapeutic experience has led to the rethinking of theoretical concepts
relating to those mechanisms which allow for the connection and to make more complex the individual contributions to a group thinking process.
In the MG the pathological interdependencies are put into operation, and provides the place for the recontextualisation, unblocking a mental function compulsively organised around dilemmatic contents.
In this presentation the authors will outline a general reference chart which will include a new epistemology involved in the broad concept of mind applied to this psychotherapeutic method.La experiencia con Grupos Multifamiliares (GM) se desarrolla desde los comienzos de los años noventa en una Institución Sanitaria Pública. Esta vivencia terapéutica ha hecho replantearse conceptos teóricos referidos a aquellos mecanismos que consienten de conectar y complejizar los aportes individuales en un proceso de pensamiento en grupo.
En el GM se ponen en funcionamiento las interdependencias patológicas, siendo el lugar para la recontextualización, desbloqueando un funcionamiento mental compulsivamente organizado en torno a
contenidos dilemáticos.
En esta presentación los autores delinearán un cuadro de referencia general en la cual incluir la nueva epistemología implicada en el concepto de mente ampliada aplicada a esta modalidad psicoterapéutica.[SOMMARI] Il pensiero umano è sempre stato attratto dai meccanismi che sostengono il proprio funzionamento e,
tra i principali argomenti di indagine filosofica, i meccanismi di coscienza sono stati a lungo considerati
come un affascinante mistero e contemporaneamente fonte di mistero, soggetto e oggetto di interesse;
?la mente dopo aver spiegato tutto, è divenuta ciò che deve spiegare? (Bateson, 1972)
Nel nostro lavoro in comunità terapeutica, ci siamo trovati spesso a confrontarci sul versante, per così
dire ?in negativo?, di tali interrogativi ovvero sul disfunzionamento o la disregolazione di tali
meccanismi. La tendenza agli agiti prende frequentemente il sopravvento rispetto ai processi di
pensiero, non solo nell?esperienza dei giovani pazienti che si avvicinano alla comunità, ma anche in
quella dei loro familiari e talvolta anche nella risposta dei terapeuti; le paure, le angosce, i fantasmi
invadono prepotentemente il campo relazionale inducendo uno stato di allarme permanente che
impedisce di riflettere, bloccando ciascuno in una concatenazione vincolante e coercitiva di
azione/reazione.
L?esperienza maturata all?interno del gruppo multifamiliare ci ha portato a riproporre la questione del
funzionamento mentale sul versante ?in positivo?, nel momento in cui si assiste alla trasformazione di
un contenuto, inizialmente disorganizzato o incoerente, in pensiero riflessivo: un agito, un delirio, uno
sproloquio incongruo diventano, attraverso il contributo di ciascun partecipante, pensiero coerente
sempre più chiaro e complesso che ciascuno può riconoscere come proprio.
Che cosa accade in un gruppo multifamiliare per consentire a ciascuno di ricontestualizzare le proprie
esperienze, sbloccando un funzionamento mentale compulsivamente organizzato intorno a contenuti
dilemmatici, agiti e mai risolti?
Quali meccanismi consentono di connettere e complessizzare i contributi individuali in un processo di
pensiero di gruppo?
Per fornire una risposta a questi interrogativi, proviamo a ricostruire come nel corso del tempo si è
indagato sulle connessioni tra pensiero personale, interno e soggettivo, e realtà esterna, pubblica e
oggettiva. Attraverso passaggi successivi tenteremo di delineare un quadro di riferimento generale in cui
inserire la nuova epistemologia implicita nel concetto di mente ampliada, inteso come processo mentale
meta riflessivo, contemporaneamente modello e metafora della mente individuale.

Palabras clave: Grupos Multifamiliares, Mente ampliada


Este archivo no está actualmente disponible para su descarga.

VOLVER

Url corta de esta página: http://psiqu.com/1-1617

Comentarios/ Valoraciones de los usuarios



¡Se el primero en comentar!